image1 image2 image3 image4 image5

QR Code

QR Code Studiolegalecivile.it

Contatore visite

Visite agli articoli
2615852

Assegno confermato alla moglie che si rifiuta di passare da part-time a full-time

Assegno di mantenimento alla moglie e cambiamento delle condizioni patrimoniali dei coniugi: la moglie si rifiuta di lavorare di più, ma ciò nondimeno ha diritto al medesimo importo corrisposto dal marito.

Assegno di mantenimento: la moglie lavora poco ma ne ha diritto.

La Suprema Corte di Cassazione con sentenza n. 9660/2014 ha sostenuto che è corretto confermare la sussistenza (anziché ridurne l'importo come ex adverso richiesto al Giudice) dell'assegno di mantenimento in favore della moglie anche qualora questa abbia rifiutato di passare da un contratto di lavoro part time a un contratto full time. Ciò in ragione della considerazione che nella fattispecie considerata l'emolumento che la moglie avrebbe percepito lavorando full time non sarebbe comunque risultato sufficiente per permetterle di mantenere il tenore di vita tenuto in costanza di matrimonio.